Lavare i capelli: utili consigli per chiome sempre al top

Lavare i capelli è un’abitudine quotidiana di tutti coloro che hanno a cuore la pulizia e la bellezza dei propri capelli. 

Il lavaggio dei capelli è una prassi che non tutti compiono allo stesso modo. 

C’è chi ha l’esigenza di lavare i capelli tutti i giorni, chi li lava 2/3 volte alla settimana e chi invece li lava una volta a settimana.

Questo può dipende sia da esigenze puramente estetiche che dal bisogno di avere capelli puliti perché si soffre di seborrea.

Ma qual’ è la giusta frequenza di lavaggio dei capelli?

in realtà non esiste. I capelli devono essere lavati quando sono sporchi.

E’ altresì possibile adottare delle semplici abitudini che portano col tempo ad avere una minore esigenza di lavare i capelli, perché si sporcheranno meno.

Con poche e semplici accortezze possiamo valorizzare al meglio la nostra capigliatura: basta dare ai capelli la giusta cura e attenzione.

struttura del cuoio capellutoI capelli risiedono sul cuoio capelluto la cui struttura anatomica prevede condizioni di ricambio cellulare continuo. Ciò comporta il deposito sulla cute e tra i capelli di cellule morte a cui dobbiamo aggiungere il sebo che viene fisiologicamente rilasciato dalle ghiandole sebacee e tutte le sostanze inquinanti presenti nell’atmosfera.

Naturalmente tutto ciò è possibile notarlo solo attraverso un ingrandimento della cute attraverso ottiche specifiche capaci di ingrandire fino a 400 volte un centimetro quadrato del nostro cuoio capelluto.

Come fare quindi per lavare i capelli nel modo migliore?


1. PRIMO STEP: Pre-lavare la cute con un detergente specifico, il preshampoo.

E’ una soluzione indispensabile per il benessere prima ancora che per la bellezza del cuoio capelluto poiché elimina le impurità, i residui di smog e le cellule morte che si depositano ogni giorno sul cuoio capelluto e al contempo prepara i capelli a ricevere i trattamenti successivi di cura o di styling.

L’abitudine ad usare il preshampoo durante il lavaggio dei capelli genera una sensazione di benessere generale su cute e capelli. I capelli rimarranno puliti più a lungo conferendo un risultato senza paragoni su volume e qualità dell’intera capigliatura. PROVARE PER CREDERE!

Inoltre è consigliato per coloro che soffrono di fastidioso prurito e seborrea.

2. SECONDO STEP: lavare i capelli con un detergente specifico, lo shampoo.

Essendo il detergente specifico dei capelli è importante scegliere quello più adatto alla proprie esigenze e alla tipologia dei capelli, considerando un pH bilanciato (5-7).

– Capelli spenti: gli shampoo più appropriati sono quelli contenenti estratti di perle e proteine della seta.

– Capelli secchi e fragili: prediligere emulsioni con yogurt, proteine del grano, pantenolo, olio di argan o moringa.

– Cute grassa o desquamata: è consigliabile uno shampoo contenente ortica dioica o piroctone olamina in grado di eliminare efficacemente sebo in eccesso e forfora.

3. TERZO STEP: districare i capelli con un condizionante specifico, il balsamo.

E’ un prodotto fondamentale per districare la chioma, controllare l’effetto crespo e lucidare la capigliatura.

E’ opportuno distribuirlo accuratamente sulla lunghezza dei capelli e non sulla cute, questo per evitare un eventuale appesantimento della chioma.

A seguito dell’utilizzo del balsamo è consigliabile RISCIACQUARE RIPETUTAMENTE la chioma con acqua tiepida per evitare eventuale residui che potrebbero rendere i capelli poco luminosi dopo l’asciugatura.

consigli sulla salute dei capelli tricholos