Infoltimento dei capelli a Lecce

L’autotrapianto dei capelli è una delle soluzioni maggiormente ricercate da chi ha l’esigenza di correggere uno stato di calvizie. Consente infatti, l’infoltimento di aree della testa in cui i capelli non ci sono più.

Nonostante abbia preso piede solo negli ultimi anni, fonti storiche affermano che, l’autotrapianto dei capelli, ha origine intorno agli anni 40′, grazie al’intuizione di un medico giapponese, il quale effettuò interventi chirurgici di infoltimento, per correggere la perdita dei capelli di persone con ustioni e cicatrici.

Naturalmente con gli anni, vista l’esigenza estetica di coprire la calvizie, ci sono state notevoli evoluzioni per risultati sempre più gradevoli e naturali.

FUT e FUE: le due tecniche a confronto

L’autotrapianto dei capelli, avviene prelevando le unità follicolari dalla zona donatrice per poi  impiantarle nell’area ricevente, rispettando l’angolo di crescita dei capelli presenti, al fine di ottenere un effetto estetico naturale. Esistono 2 tecniche ben distinte tra di loro, la tecnica FUT e la tecnica FUE.

Tecnica FUT

Questa tecnica prevede l’estrazione di un’intera striscia di cuoio capelluto ricca di unità follicolari dall’area donatrice (area occipitale), per poi selezionarle e impiantarle nella zona ricevente. Naturalmente l’area di prelievo viene in seguito, suturata, il che purtroppo comporta la presenza di una piccola cicatrice che a sua volta può essere facilmente camuffata grazie alla presenza dei capelli adiacenti.

VANTAGGI

Minore tempo di esecuzione

Si prelevano più unità follicolari

Alto tasso di attecchimento

SVANTAGGI

Tempi di recupero più lunghi

Presenza di cicatrice

Tecnica FUE

La tecnica FUE prevede che le unità follicolari, vengano prelevale singolarmente. Ecco il motivo per cui, questa soluzione, non prevede la cicatrice della zona donatrice, così come accade nella tecnica FUT. Una volta che i follicoli sono stati selezionati, vengono impiantati all’interno di microincisioni, precedentemente effettuate nella zona ricevente ( vertice, zona anteriore o tempie).

VANTAGGI

Assenza di cicatrice

Non è invasiva

Tempi di recupero brevi

SVANTAGGI

Tempi di esecuzione più lunghi

Tasso di attecchimento più basso

L’autotrapianto è la soluzione alla calvizie?

autotrapianto uomo

Nonostante le diverse opportunità che l’autotrapianto dei capelli offre, è giusto sapere che, non è possibile considerarlo come la soluzione definitiva!

Prima di essere eseguito, è necessario tenere conto dell’evoluzione della calvizie. Infatti, in soggetti giovani, spesso l’intervento è sconsigliato, questo perché si riconosce una perdita di capelli in atto.

Può essere considerato una soluzione definitiva, solo nel caso in cui, il canditato all’autotrapianto, presenta una condizione stabile.

Ecco perché, prima di decidere di effettuare l’autotrapianto dei capelli, si consiglia una valutazione specialistica!

Casi in cui l’autotrapianto dei capelli è sconsigliato

Calvizie estesa: le soluzioni?

Effettuare un autotrapianto dei capelli, significa andare a coprire le aree della testa già colpite da calvizie, ciò non vuol dire bloccare la problematica!

Se la perdita dei capelli è in progressione, non ha senso effettuare l’infoltimento chirurgico, ci si ritroverebbe nella condizione di dover effettuare l’autotrapianto più volte!

Inoltre, non tutti possono essere dei buoni canditati all’intervento. Ci sono casi in cui, la zona dalla quale prelevare i follicoli, non è idonea o sufficiente per coprire una determinata calvizie.

SEI PREDISPOSTO ALL’AUTOTRAPIANTO DEI CAPELLI? ESISTONO ALTRE SOLUZIONI?

Valuta il tuo autotrapainto dei capelli

Domande più frequenti sull’autotrapianto

Quanto dura l'intervento dell'autotrapianto dei capelli?

La durata di un intervento di autotrapianto di capelli, dipende molto dalle unità follicolari che si prelevano e successivamente si impiantano nell’area ricevente. Ad ogni modo la media è di circa 6 ore.

L'autotrapianto dei capelli è definitivo?

La risposta a questa domanda è… dipende! se la condizione del soggetto trattato è stabile, ovvero, se non ha una calvizie in progressione, ci sono alte probabilità che si ottenga un risultato definitivo.

Se invece si lavora su un diradamento in atto e progressivo, seppur lento nella sua progressione, si opta per fornire al paziente cure pre e post trapianto al fine di limitare al minimo la perdita di altri capelli. Ad ogni modo c’è comunque il rischio di dover intervenire nuovamente con altre sedute di autotrapianto, laddove è possibile.

L'autotrapianto dei capelli prevede anestesia?

L’autotrapianto dei capelli è un intervento chirurgico ed è per questo che si richiere l’utilizzo di un anestetico locale, così come accade quando si effettua un’ estrazione del dente dal dentista.

Con una seduta di autotrapianto risolvo la calvizie?

Questo dipende sempre dall’estensione dell’area da infoltire! se si tratta di coprire una stempiatura classica, la risposta è si, se invece l’esigenza è quella di coprire più zone della testa, di sicuro una seduta sola non basterà.

Devo fare una cura prima e dopo l'intervento?

Molto probabilmente, prima e dopo un intervento di autotrapianto, verrà consigliato un protocollo da rispettare al fine di ottenere il massimo dei risultati per ogni singolo caso.

Dopo quanto tempo si vedono i risultati di un autotrapianto di capelli?

Per poter vedere i primi risultati di un autotrapianto dei capelli occorrono almeno 5/6 mesi, per vedere i risultati definitivi bisogna aspettare 10/12 mesi.

Per sottoporsi all'autotrapianto dei capelli bisogna rasare i capelli?

Si! per poter procedere all’estrazione delle unità follicolari, è necessario portare i capelli ad una lunghezza di 3 millimetri.

L'intervento è doloroso?

Essendo un intervento chirurgico eseguito in anesteisa locale, si può affermare che durante l’operazione, non si avverte alcun dolore. Una volta che l’intervento è terminato e l’effetto dell’anestesia svanisce, si può percepire dolore o fastidio  che generalmente vengono trattati farmacologicamente.

Dopo l'autotrapianto si possono svolgere le normali abitudini?

Purtroppo la risposta alla domanda è no! Seppur estetico,l‘autotrapianto dei capelli è un vero e proprio intervento chirurgico e questo impone alcune accorgimenti dai quali è consigliabile non esimersi. Si consiglia infatti di stare a riposo per almeno 2 settimane dopo l’intervento, ridurre al minimo i lavaggi dei capelli, evitare l’esposizione al sole e non praticare sport per un mese.

PRIMA DI FARE UNA SCELTA, SOTTOPONITI AD UNA VISITA SPECIALISTICA E SCOPRI LA MIGLIORE SOLUZIONE PER TE!

Chiamaci al numero 0832314139, oppure compila il form di contatto