Il telogen effluvium è un’alterazione che ognuno di noi almeno una volta nella vita ha incontrato.

Si tratta di un’abbondante e copiosa caduta di capelli oramai vecchi, maturi, giunti alla fine del loro ciclo biologico.

Identifichiamo 2 forme: forma cronica e acuta.

Nel telogen eflluvio acuto l’abbondante caduta di capelli non supera i 3 mesi e si ha, solitamente, nel post-partum, a seguito di un forte stress lavorativo, febbre alta per infezione o durante i cambi stagionali.

COME SI RISOLVE IL TELOGEN EFFLUVIUM?

La risoluzione avviene in maniera autonoma dopo 2-3 mesi dall’inizio della caduta. Si assiste, infatti, ad una riduzione della stessa che rientra nei limiti della “normalità”, riportando la chioma alla sua naturale pienezza.

Nel telogen effluvium cronico, invece, si evidenzia una caduta di capelli per un periodo lungo di almeno 6-7 mesi. Questa condizione più che spaventare scoraggia in quanto nel tempo intercorso pur intervenendo con rimedi o trattamenti palliativi non si assiste ad un reale miglioramento.

La caduta dei capelli nell’effluvium cronico dunque, può associarsi ad assottigliamento o miniaturizzazione dei capelli.

Tutto ciò induce ad una variazione della massa e del volume che, inevitabilmente, diminuiranno drasticamente.

Si sviluppa a seguito di malattie croniche quali tiroidite, malattie autoimmunitarie, sindromi da malassorbimento o diete drastiche con carenze nutrizionali di zinco, ferro, selenio e tutti gli amminoacidi e vitamine importanti nello sviluppo di un capello sano.

Il telogen effluvium cronico deve essere trattato in maniera specialistica attraverso un iniziale indagine che consenta di capirne le cause possibili o possibili concause, lo sviluppo e il trattamento più specifico da attuare per arginarlo.