Fisiologia del cuoio capelluto

Il cuoio capelluto è una porzione di derma ricoperto da capelli. Riveste il cranio e svolge l’importante compito di proteggere la testa attraverso il processo di termoregolazione.

Il cuoio capelluto è il terreno sul quale i capelli si sviluppano e si ricambiano.

Infatti i capelli affrontano un ciclo vero e proprio che prende il nome di ciclo vitale del capello.

Struttura del cuoio capelluto


cuoio capellutoQuesta porzione di cute è ricca di ghiandole sebacee annesse ai follicoli piliferi. La loro funzione è quella di secernere il sebo, sostanza grassa indispensabile per formare il manto idro-lipidico di rivestimento e per favorire la fuori uscita di capelli in fase di caduta.

Il cuoio capelluto è formato da 3 strati principali:

  • EPIDERMIDE: è la zona superficiale. E’ costituita da epitelio provvisto di capelli e annessi piliferi. La superficie limite tra epidermide e derma, presenta estroflessioni papillari dove sono presenti le papille del derma contenenti vasi sanguigni e nervi. In questa zona avviene il ricambio cellulare.

 

  • DERMA: è ricco di fibre elastiche. In questa porzione avviene la vascolarizzazione cutanea che serve per trasportare sostanze nutritive alle cellule. A livello del derma risiedono i bulbi piliferi e le ghiandole sebacee produttrici di sebo.

 

  • TESSUTO SOTTOCUTANEO: definito anche ipoderma, è uno strato adiposo composto principalmente da fasci di grosse fibre intrecciati tra loro che delimitano una serie di spazi occupati da cellule adipose (grasse). In questa porzione i capelli ricevono le prime sostanze nutritive.

Fattori che possono influenzare negativamente la fisiologia del cuoio capelluto


cuoio capelluto e capelliCome la pelle anche il cuoio capelluto è soggetto a fattori esterni o interni che possono modificarne la normale fisiologia. Tra questi ricordiamo:

  1. Condizioni climatiche
  2. Smog e inquinamento
  3. Disfunzioni organiche
  4. Alimentazione
  5. Abuso di bevande alcoliche o gasate.

Le alterazioni più comuni


In condizioni fisiologiche il cuoio capelluto appare in salute e non presenta alcuna alterazione. Diversamente una condizione di squilibrio può favorire l’insorgenza di alcune alterazioni.

Tra le più comuni ricordiamo: