Perdita dei capelli nell'uomo: come rendersene conto e cause


Perchè nasconderlo, tutti sanno che la società in cui viviamo rivolge molta ATTENZIONE all'aspetto estetico e alla cura della persona.

capelli-uomo-lecce

I capelli, contribuiscono ad avere un'immagine migliore di se, favorendo autostima, successo nel lavoro, nella vita privata e nei rapporti con gli altri.

Perdere i capelli, soprattutto in giovane età, non è un buon bigliettino da visita.

Per un uomo, accettare di perdere i capelli, non è un impresa semplice. Anche se rispetto alla donna, è più facile vedere in giro uomini calvi.

La presenza di capelli sul cuscino al mattino, sulla scrivania mentre si lavora o nel piatto doccia, crea inevitabilmente sconforto e preoccupazione.

I capelli sono strutture progettate per  rinascere e quando ciò non accade, è ovvio che qualcosa non va!

Premettendo che i capelli ormai persi e atrofizzati non ricresceranno mai più, oggi è possibile fare molto per prevenire e contrastare al meglio la calvizie maschile.

L'arma vincente è accorgersene in tempo e intervenire subito.

La perdita dei capelli nell'uomo, riguarda inizialmente la zona frontale, con il cosiddetto fenomeno della stempiatura, dove le tempie tendono a scoprirsi sempre più e l'attaccatura a indietreggiare, causando maggiore visibilità della fronte.

Il passo successivo è il diradamento, che coinvolge la zona centrale e del vertice.

 

PRENOTA UN CHECK-UP SPECIALISTICO DEI CAPELLI

 

  • Quali sono le cause della perdita dei capelli nell'uomo?


 

Sono molteplici le motivazioni che comportano la perdita dei capelli: la più conosciuta è la genetica, ovvero, caduta dei capelli per causa dei nostri geni, aggravata da uno stile di vita frenetico, cattiva alimentazione ecc.

 

LEGGI ARTICOLO Leggi anche: calvizie androgenetica

 

Ma i capelli non li perdiamo solo perché è scritto nel DNA, purtroppo nel corso degli anni, anche soggetti non predisposti geneticamente sono andati incontro a perdita dei capelli per cause diverse, ad esempio un'alimentazione povera di proteine, stress emotivi molto forti o altro.

La perdita dei capelli non è uguale per tutti, varia per quantità, tipo di capello in caduta e zona colpita dal problema. Ecco perché fare chiarezza, ancor prima di seguire strade sbagliate, aumenta la possibilità di successo.

L'analisi specifica del capello e della sua natura biologica è NECESSARIA se lo scopo è trattare nello specifico il problema. 

 

  • I consigli degli esperti


  

1. Effettuare un'auto-analisi:

Praticate periodicamente un'ispezione dei capelli: fatelo da soli davanti allo specchio, oppure fatevi aiutare da qualcuno. Osservate struttura, consistenza  e corposità dei vostri capelli.

Questo consente di capire se i capelli si sono indeboliti o se hanno subito un assottigliamento.

Se qualcosa vi insospettisce o notate che i capelli sulla vostra testa sono diversi rispetto a qualche tempo fa o qualcuno con una battuta vi fa notare un problema ai capelli, allora è il momento di tenere d' occhio la caduta.

Non esiste un quantitativo assoluto di capelli che possono o devono cadere, ma in genere durante il giorno possiamo vedere, in condizioni normali, cadere fino a 100 capelli.

Analizzate anche la condizione del cuoio capelluto, terreno fertile per la crescita di capelli sani. Notate se, nel toccare la cute, percepite fastidio o dolore. Osservate la presenza o meno di zone arrossate, prurito, forfora o capelli che diventano subito grassi.

Questi segnali, sono indice del fatto che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

 

2. Porre attenzione all'alimentazione:

una dieta povera di proteine, vitamine o oligoelementi, favorisce l'indebolimento dei capelli o un aumento della caduta.


continua 
Leggi l'articolo: nutrienti che favoriscono un corretto sviluppo dei capelli

 

3. Usare prodotti giusti per i capelli:

la selezione dei prodotti può essere un'arma vincente per preservare la chioma e mantenerla bella e in salute.

A volte, pur di acconciare i capelli a proprio piacimento o seguire mode e tendenze del momento, si agisce con superficialità e si tende ad usare gel, lacca, cera o altri prodotti disciplinanti in quantità eccessive o di bassa qualità.

Tale azione può condurre a danni importanti per la cute e per i capelli, lo stesso accade con i prodotti utilizzati per il lavaggio dei capelli.

Utilizzare uno shampoo  adeguato E' IMPORTANTEla qualità del prodotto è un elemento essenziale se si pretendono capelli di qualità.

La scelta deve ricadere, inoltre, su prodotti adatti alla tipologia di capello e alle condizioni del cuoio capelluto.

 

4. Effettuare un lavaggio corretto dei capelli

continua LEGGI L'ARTICOLO: capelli puliti: sei sicuro di lavare bene i capelli?

 

5. Praticare un massaggio alla cute durante ogni lavaggio: 

massaggiare la cute favorisce il fenomeno della vasoattivazione, attraverso cui è possibile far giungere ai follicoli maggiore ossigeno e sostanze nutritive utili a fortificare i capelli in accrescimento.

continua LEGGI L'ARTICOLO: massaggio vasoattivante del cuoio capelluto


 

Per concludere:

Il messaggio che questo articolo vuole trasmettere è che la cura e l'attenzione verso la nostra persona ci aiuta a stare meglio con noi stessi e con gli altri. 

A volte basta poco per non ritrovarsi a fare i conti con problemi estetici che, in un modo o nell'altro, ci condizionano la vita.

Perdere i capelli è un disagio che può e deve essere evitato, tenendo in mente che, se non c'è amor proprio, i primi a favorire la perdita dei capelli potremmo essere noi.


L'istituto Tricholos è un centro specialistico con sede a Lecce.

Ci occupiamo di tricologia attraverso tecnologia d'avanguardia in campo tricologico, mettendo a disposizione soluzioni e risposte concrete alle problematiche di capelli e cuoio capelluto. 

 

Torna homepage

home tricholos

 

Go to top