User Rating: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 

I capelli sono soggetti ad un processo di ricambio e ricrescita


La salute e l’aspetto dei capelli si possono considerare come uno “specchio” delle condizioni generali dell’organismo, rappresentano inoltre, un importante elemento di bellezza e di seduzione, sia per l’uomo che per la donna.

A differenza degli animali che effettuano in determinati periodi dell’anno la muta (caduta di tutti i peli), nell'uomo il processo di ricrescita dei capelli è continuo.

I nostri capelli sono soggetti a un ciclo di vita la cui durata può andare dai 2 ai 6 anni, per un totale di circa 25 cicli nell'intera vita dell’individuo, alla fine di ogni ciclo il capello cade e viene sostituito da uno nuovo.

Il ricambio fisiologico risulta impercettibile.

Ciò si realizza grazie al fatto che il ciclo di ogni capello è indipendente da quello degli altri: non cadono tutti nello stesso tempo.

 

1. Come avviene il ricambio dei capelli?



CICLO VITALE DEL CAPELLO UMANO

  • FASE ANAGEN (fase di crescita): è la fase di crescita vera e propria, caratterizzata da una intensa attività di produzione cellulare a livello del bulbo, con formazione di cheratine e melanine. 
  • Dura in media dai 2 ai 4 anni per l’uomo e tra i 4 e i 6 per la donna, circa l'85% dei capelli è normalmente in questa fase. Questa è la fase in cui si sviluppa il fusto, con una crescita media di circa 1 cm al mese.
  • FASE CATAGEN (fase di riposo): è la fase di regressione, corrisponde a un arresto della crescita e a un’involuzione del bulbo. Il follicolo si inattiva, si ritrae verso la superficie e interrompe la cheratogenesi, questa fase dura dalle 2 alle 3 settimane. Solo l’1% dei capelli è in questa fase.
  • FASE TELOGEN (fase di caduta): è la fase che porta il capello a cadere. Il capello caduto sarà progressivamente sostituito da un nuovo capello. Questa fase dura 2/3 mesi e interessa circa il 15% dei capelli.

In ogni momento, circa il 90% dei nostri capelli è in fase anagen: il centinaio di capelli che perdiamo ogni giorno passa inosservato. In alcune circostanze patologiche, la percentuale di capelli in fase telogen può aumentare fino al 30%; in tal caso si vedrà la capigliatura perdere rapidamente la sua densità.

 

2. Il ciclo capillifero varia da un individuo all’altro poiché è influenzato da diversi fattori


  • L’età: nell’infanzia, la percentuale dei capelli in fase anagen è al suo massimo, poi decresce lentamente a partire dalla pubertà;
  • L’origine etnica: asiatici, africani e caucasici non hanno lo stesso ciclo pilifero. La fase anagen è ad esempio più lunga nelle persone di origine asiatica;
  • Il sesso: la fase anagen dura di più nelle donne: ciò spiega perché la loro capigliatura è più lunga;
  • Gli ormoni maschili (androgeni): hanno un forte influsso sul ciclo del capello, che possono accelerare eccessivamente. Il follicolo pilifero arriva quindi più velocemente al termine della sua capacità produttiva e il capello muore definitivamente;
  • La stagione: i capelli in fase telogen sono più numerosi in primavera e in autunno. E' quindi normale vedere più capelli che cadono in questo periodo;
  • L’alimentazione: alcune carenze possono accorciare o anche interrompere la fase di crescita dei capelli. Proteine, vitamine, minerali e acidi grassi sono indispensabili per la buona salute dei capelli.

 

Go to top